Alimentazione, Salute

Vuoi imparare a mangiare sano? Inizia ad allenarti

Uno stile di vita sano comprende una serie di buone abitudini, caldamente raccomandate dal medico, tra cui una corretta alimentazione, attività fisica regolare, dormire sufficienti ore di sonno e smettere fumare. L’ideale sarebbe abbracciare in toto questo modus vivendi, ma spesso non si ha il tempo o la volontà sufficiente per farlo, rimandando i buoni propositi ad un ipotetico “lunedì” che non arriva mai o addirittura per l'”anno nuovo” (appena iniziato, quale miglior momento?). Molti lamentano l’effettiva difficoltà a seguire una dieta sana, con la scusa di non sapere da che parte iniziare. Ma esisterebbe un modo molto semplice per migliorare spontaneamente le proprie abitudini alimentari. Lo rivela un recente studio dell’Università del Texas, Austin pubblicato su International Journal of Obesity.

L’attività fisica regolare migliora le abitudini alimentari

Lo studio ha esaminato 2.680 giovani adulti che, prima di sottoporsi ad esso, non svolgevano regolare attività fisica (meno di 30 minuti a settimana) e non seguivano alcuna dieta. I ragazzi hanno iniziato ad allenarsi tre volte a settimana per 15 settimane. L’attività fisica consisteva in 30 minuti di esercizio aerobico al 65-85% della frequenza cardiaca massima specifica per età e sesso della persona, insieme a un riscaldamento di 5 minuti e un defaticamento della durata di 5 minuti. I partecipanti indossavano monitor a frequenza cardiaca e potevano scegliere tra una varietà di tipi di esercizi, come cyclette, tapis roulant o macchine ellittiche. Ai partecipanti allo studio è stato anche chiesto di tenere un diario alimentare su cui annotare cosa e quanto avessero mangiato. Gli scienziati hanno scoperto che questi giovani sedentari allenandosi per diverse settimane, erano diventati man mano, del tutto spontaneamente, più propensi a scegliere cibi sani come carni magre, frutta e verdura e nel contempo avevano ridotto la scelta di cibi fritti, bibite zuccherate ed altre opzioni non salutari.

Ipotesi: l’esercizio fisico moderato regola i livelli degli ormoni dell’appetito

Sebbene questo studio non abbia rivelato il meccanismo retrostante a questi cambiamenti, ricerche precedenti avevano già rilevato come l’esercizio fisico moderato negli animali riducesse la preferenza per cibi ad alto contenuto di grassi, intervenendo sui livelli di dopamina. Diversi studi hanno anche dimostrato una relazione tra l’intensità dell’esercizio fisico e la quantità di ormoni che regolano l’appetito nel corpo. “Il processo di diventare fisicamente attivi può influenzare il comportamento alimentare”, ha dichiarato Molly Bray, autrice principale dello studio. “Uno dei motivi per cui dobbiamo promuovere l’esercizio fisico è per le abitudini sane che può indurre in altri settori: questa combinazione è molto potente.” Lo studio ha esaminato persone di età compresa tra 18 e 35 anni, un età critica per il consolidamento delle sane abitudini. Precedenti studi infatti hanno rilevato che proprio durante gli anni dell’università si verifica spesso un considerevole aumento di peso e che un lieve o moderato sovrappeso a 20-22 anni aumenta il rischio di obesità in età più avanzata. Dunque a detta degli stessi autori combattere la sedentarietà, meglio ancora se fin da giovani (ma non è mai troppo tardi!), può certamente motivarci a fare scelte alimentari più sane.

Related Post

Anna Elisa Catanese

Dott.ssa in "Scienze e tecniche erboristiche", ma anche cantante di musica leggera e creatrice di bijoux. Scrivo di salute e benessere a 360°, sul mio blog Benessere e salute: notizie e curiosità e per il sito di Blasting news, per il quale gestisco il canale tematico Corretta alimentazione https://it.blastingnews.com/news/tag/corretta-alimentazione/

1 Comment

  1. […] Nell’ambito di una dieta sana e varia i semi di lino dunque sembrano essere un buon modo per mantenersi in forma ed in salute. Aggiungiamoli senza indugio sulle nostre pietanze preferite per trarne il massimo dei […]

Comments are closed.