Curiosità

Thanksgiving Day: il giorno del Ringraziamento

Cos’è il giorno del Ringraziamento e cosa si festeggia

Nelle serie tv e nei film americani, capita spesso di assistere a questa celebrazione chiamata Thanksgiving Day.        Tanto amato in America settentrionale, questo giorno ricorre il quarto giovedì di novembre per gli Stati Uniti , mentre in Canada è fissata per il secondo lunedì di ottobre. Si tratta di una festa molto sentita, nella quale si ringrazia Dio per il raccolto e le provvigioni avute durante l’anno.

Le origini

Il giorno del Thanksgiving è una festa di origini cristiane, anche se successivamente ha assunto una dimensione più laica e commerciale.

La prima celebrazione ha inizio nel 1621 nel Massachusetts, quando i Padri Pellegrini sbarcati l’anno prima a Plymouth dalla nave Myflower, vollero ringraziare il Signore per quanto concesso dal raccolto.

Reduci dalle persecuzioni cristiane in Europa a causa delle loro ideologie calviniste, arrivarono dall’Inghilterra attraverso un viaggio molto difficile e faticoso, che costò la salute e la vita a molti di loro.

Non fu facile affrontare il rigido inverno nel nuovo territorio: nonostante le semine i raccolti non furono proficui, sia per il tipo di territorio sia perché i coloni non erano esperti agricoltori. La mancanza di provviste si fece sentire anche negli inverni successivi e molti coloni persero la vita a causa della scarsa alimentazione.

Il lavoro nei campi fu duro, soprattutto i primi anni, ma l’aiuto delle tribù dei nativi americani fu provvidenziale, con la coltivazione fruttuosa di granturco e l’allevamento di tacchini.

Novembre 1623

«Tutti voi Pellegrini, con le vostre mogli e i vostri piccoli, radunatevi alla Casa delle Assemblee, sulla collina… per ascoltare lì il pastore e rendere Grazie a Dio Onnipotente per tutte le sue benedizioni.» (William Bradford)

Con questa dichiarazione, il governatore della colonia dei Padri Pellegrini ordina a tutte le famiglie la gratitudine verso il Signore per quanto ricevuto.

Anche gli Indiani d’America, che tanto avevano contribuito al sostentamento dei coloni, furono invitati a partecipare alla celebrazione in simbolo di unione fraterna e armonia. In occasione del Ringraziamento furono portate deliziose vivande come tacchino, zucca, cervo, frutta secca e prodotti preparati con il granturco.

Atri ringraziamenti e proclamazioni ufficiali

Vari discorsi e proclamazioni, favorirono il diffondersi della festa pian piano anche in tutte le altre colonie americane.

I più salienti sono quello del 1776 sempre in Massachusetts ad opera del governatore di Charlestown che proclamò una giornata di ringraziamento in occasione della vittoria contro quegli stessi autoctoni pagani che li avevano dato una mano nel momento del bisogno.

Nel 1777, le tredici colonie si trovarono a festeggiare contemporaneamente il ringraziamento in occasione della vittoria di Saratoga nella Guerra per l’Indipendenza.

Memorabile il discorso del Primo Presidente George Washington nel 1789, che annunciò una giornata di festa nazionale.

Ma solo nel 1863, con il Presidente Abramo Lincoln,  il Ringraziamento divenne festa ufficiale.

La tradizione Happy Thanksgiving!

La tradizione vuole che durante questa giornata si consumino in abbondanza e in gran festa le pietanze tipiche del Ringraziamento, oggi saporite ed elaborate ma da consumarsi a casa, in famiglia.

   

Il protagonista indiscusso della tavola è il tacchino,che viene marinato, farcito e cucinato in modo speciale con focaccia di granturco o con una specie di riso selvatico chiamata “wild rice” e accompagnato da spezie varie. La tavola è imbandita a festa: zucca, pane di mais, cipolle e purè e patate dolci al forno non possono mancare. La salsa di mirtilli e la torta di zucca sono le altre due immancabili protagoniste della festa.

Curiosità

  • Il Ringraziamento è una festa talmente sentita che alcuni giorni prima, avviene la National Thanksgiving Turkey Presentation, ossia la grazia presidenziale direttamente dalla Casa Bianca nei confronti di due tacchini che verranno risparmiati e vivranno sereni in una fattoria.                                                                                  Tramite un sondaggio, viene scelto il nome dei tacchini.
  • A New York avviene una sfilata mascherata con cortei e carri allegorici: è la Parata dei Grandi Magazzini Macy’s, derivata dalla gratitudine da parte degli immigrati per aver trovato lavoro.
  • Il venerdì successivo al giorno del Ringraziamento, è il Black Friday, giornata di grandi sconti che apre le porte allo shopping prenatalizio.

 

Related Post

Cristiana Pinna

Ci sono anch'io! Mi chiamo Cristiana, 34 anni di origini sarde :) ho alle spalle studi classici e linguistici ma quel che anima la mia vita è la curiosità. Sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, da sperimentare e scoprire. Mi piace creare ricette, comporre oggetti e adoro i miti e i misteri. Seguitemi nel mio affascinante mondo!

1 Comment

  1. […] da qualche anno, il famoso Black Friday (venerdì nero) che in America ricorre successivamente al Giorno del Ringraziamento. E noi ci siamo lasciati trascinare da questa usanza americana che  apre le porte alla stagione […]

Comments are closed.