Alimentazione, Salute

Semi di lino: efficacia dimostrata contro l’obesità

I semi di lino li ritroviamo tipicamente abbinati ai cereali per la colazione, per decorare frullati, prodotti da forno, ma è crescente il loro utilizzo a fini salutistici. Tra i loro benefici per la salute ad esempio è nota la loro capacità di abbassare il colesterolo, combattere l’infiammazione e favorire la regolarità intestinale. Un nuovo studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Copenaghen, Danimarca e dell’Università di Göteborg, Svezia, mette in luce le straordinarie proprietà anti-obesità dei semi di lino. I dettagli dello studio sono stati pubblicati sull’American Journal of Physiology: Endocrinology and Metabolism e su APSselect.

I semi di lino proteggono dall’obesità

I semi di lino sono una fonte di molti importanti nutrienti tra cui fibre, proteine, minerali e vitamine. Proprio alle fibre sarebbe da attribuire la proprietà di proteggerci dall’obesità anche se mangiamo una dieta ricca di grassi. Secondo la recente scoperta infatti le fibre fermentano nell’intestino influenzando il microbioma gastrointestinale (micloflora), l’insieme dei microrganismi che normalmente popola il nostro tratto gastrointestinale. Questo processo avrebbe un impatto positivo sulla salute metabolica. “Il microbioma intestinale è un fattore ambientale che regola l’adiposità e la tolleranza al glucosio nei topi e nell’uomo”, spiegano i ricercatori nell’introduzione del loro studio.“La dieta, continuano, “è uno dei principali fattori che modellano il microbioma intestinale e modificare il microbioma intestinale attraverso la dieta sembra essere un modo interessante per migliorare il metabolismo dell’ospite”.

Gli effetti dei semi di lino sul microbioma intestinale

Una volta che il seme di lino è giunto nell’intestino inizia una degradazione (fermentazione). La rottura della fibra alimentare può produrre cambiamenti salutari nel microbioma intestinale, che a sua volta è benefico per la salute metabolica. Per comprendere la portata di questi benefici gli scienziati hanno nutrito dei topi con una dieta ad alto contenuto di grassi. Ad una parte di questi è stato fornita della cellulosa al 10% non fermentabile, ad un terzo gruppo di roditori, delle fibre di semi di lino fermentabili. Dopo 12 settimane gli scienziati hanno prelevato dei campioni dall’intestino cieco degli animali per esaminare come i loro contenuti batterici e altri prodotti biologici fossero cambiati. Rispetto ai roditori di altri gruppi sperimentali, quelli che avevano consumato solo la dieta ricca di grassi avevano livelli più bassi di batteri intestinali associati a una migliore salute metabolica, meno acidi grassi “buoni” e alti livelli di un batterio associato all’obesità. Nel caso dei topi cui era stata somministrata cellulosa o semi di lino, la diversità batterica nell’intestino aveva raggiunto un equilibrio più sano. Inoltre al termine dell’esperimento, i roditori del gruppo dieta con semi di lino erano più fisicamente attivi e hanno mostrato un aumento di peso inferiore rispetto agli altri gruppi di animali.

Le fibre dei semi di lino aumentano il dispendio energetico

Osservando il contenuto dell’intestino cieco di questi topi, gli scienziati hanno scoperto che la microflora intestinale interviene durante la digestione dei semi di lino aiutando a rompere le fibre presenti sul tegumento esterno. In conseguenza a ciò la microflora riesce a produrre livelli più elevati di acidi grassi salutari. In una nota si legge: “I nostri dati suggeriscono che l’integrazione di fibre di semi di lino influisca sul metabolismo dell’ospite aumentando il dispendio energetico, riducendo l’obesità e migliorando la tolleranza al glucosio.“La ricerca futura”, concludono, “dovrebbe essere diretta a comprendere il contributo relativo dei diversi microrganismi e a delineare i meccanismi che spieghino come le fibre di semi di lino influenzino il metabolismo dell’ospite”. Nell’ambito di una dieta sana e varia i semi di lino dunque sembrano essere un buon modo per mantenersi in forma ed in salute. Aggiungiamoli senza indugio sulle nostre pietanze preferite per trarne il massimo dei benefici.

Related Post

Anna Elisa Catanese

Dott.ssa in "Scienze e tecniche erboristiche", ma anche cantante di musica leggera e creatrice di bijoux. Scrivo di salute e benessere a 360°, sul mio blog Benessere e salute: notizie e curiosità e per il sito di Blasting news, per il quale gestisco il canale tematico Corretta alimentazione https://it.blastingnews.com/news/tag/corretta-alimentazione/