Curiosità

Produce la Crystal Met a casa. Breaking Bad diventa realtà

Breaking Bad” diventa realtà. In Svizzera un bancario di 40 anni ha costruito a casa sua un laboratorio chimico nel quale ha prodotto, tra l’altro, la crystal meth, la droga della poplarissima serie tv americana.

Il proprietario dell’appartamento, Carl Velve,  che si trova a  Oberägeri (ZG) non vuole però essere paragonato a Walter White, il protagonista di Breaking Bad e ha affermato che è stato l’amore per la scienza il motivo per cui ha costruito il laboratorio concentrandosi alla produzione di  feniletilammina, un gruppo di sostanze ampiamente diffuse in natura del quale fa parte anche l’adrenalina.

Velve, norvegese, ha raccontato che il suo scopo è stato scoprire le reazioni collegate all’uso di queste sostanze testando tutte le possibili varianti di esse. Egli ha ammesso si avere prodotto e usato la crystal meth, ma ha negato di avere avuto rapporti con elementi del crimine.

Purtroppo per lui nesuno sembra credergli. La sua richiesta di scarcerazione è stata respinta e il pubblico e lo stesso pubblico ministero lo dipingono come un novello Walter White in salsa svizzera e le sue speranze di essere giudicato senza preconcetti sembrano al momento prive di fondamento.

Breaking Bad, la serie tv che la vicenda svizzera sembra ricordare, è stata definita nel 2013 dal Writers Guild of America “la tredicesima serie meglio scritta di tutti i tempi” e ha vinto innumerevoli  premi, tra cui sedici Emmy Award e  due Golden Globe.

La Crystal meth è una droga cristallina bianca che si assume “sniffandola” (inalandola attraverso il naso), fumandola o iniettandola con un ago. Essa incrementa il rilascio di alcuni neurotrasmettitori (noradrenalina e Dopamina)  determinando in chi l’assume in un primo momento  euforia e vari effetti eccitatori; in seguito  subentra la depressione a causa della metabolizzazione e successivo esaurimento dei neurotrasmettitori rilasciati dalle terminazioni nervose.

I danni alla salute non sono pochi: nel breve termine vi è un aumento della pressione sanguigna e della frequenza respiratoria, alterazioni del ritmo cardiaco e un velocissimo aumento della temperatura corporea (anche sopra i 42°) sanguigna sono tra i più rilevanti. Nel lungo termine  manie di persecuzione, ossessione, fino ad idee suicide), perdita di memoria, comportamento aggressivo e violento, alterazioni dell’umore, perdita di peso, disturbi gengivali e dentari (specie se fumata), collasso cardiocircolatorio o respiratorio, disordini nel ritmo veglia-sonno.

Breaking Bad e una serie tv bellissima, ma il rischio di emuli delle gesta di Walter White è altissimo. La notizia dalla Svizzera ne è una conferma.


Related Post

Fortunato Vadala

Svolgo la professione di amministratore di condominio, ma sin da piccolo ho avuto la passione per il giornalismo.
Come nella vita, anche in questo campo mi piace percorrere le strade meno battute e, quindi, ricercare notizie, le quali non troverebbero spazio nei mass media tradizionali.