Alimentazione, Salute

Per dimagrire è davvero meglio non saltare la colazione?

Un detto popolare suggerisce “Colazione da re, pranzo da principe, cena da povero” a sottolineare l’importanza di una ricca colazione, ideale per affrontare con slancio ed energia la giornata che inizia. Ma si fa presto a dire colazione, perché Paese che vai, colazione che trovi. Se nel Regno Unito e USA preferiscono uova e bacon, per gli italiani il “pasto più importante della giornata” è solitamente costituito da una colazione dolce a base di caffè, latte, biscotti o cornetti. Il ruolo della colazione ai fini del dimagrimento è da anni oggetto di controversie. Un nuovo studio condotto dalla Monash University di Melbourne, Australia, i cui risultati appaiono su BMJ ha sfatato alcuni miti su colazione e perdita di peso.

Saltare la colazione: fa dimagrire o ingrassare?

I ricercatori australiani non hanno trovato alcuna prova che confermi che fare colazione sia una buona strategia per dimagrire, né tanto meno che saltarla comporti un effetto opposto, come più volte dimostrato da studi precedenti. La nuova meta-analisi di 13 studi randomizzati controllati, svolti per lo più tra Stati Uniti e Regno Unito, negli ultimi 28 anni, sarebbe riuscita a sfatare essenzialmente due miti:

  • Non è vero che fare colazione aiuti a dimagrire grazie alla maggiore capacità del corpo di “bruciare” più calorie al mattino, riducendo il consumo di cibo eccessivo durante il resto della giornata;
  • Non è vero che saltare la colazione ci renda più affamati durante la giornata e propensi alle abbuffate.

Proviamo a saltare la colazione per dimagrire

Gli stessi ricercatori ammettono i limiti del loro studio. Ad esempio non si è tenuto conto del tipo di cibo che i partecipanti ai vari studi consumassero a colazione, dello stile di vita individuale e delle scelte alimentari fatte durante il resto della giornata. Tuttavia è stato possibile dimostrare che l’assunzione totale di calorie giornaliere fosse maggiore nelle persone che facevano colazione. Inoltre chi saltava la colazione pesava, in media, 0,44 chilogrammi (0,97 libbre) in meno. Gli stessi autori concludono: “Anche se consumare la colazione regolarmente potrebbe avere altri effetti importanti, è necessaria cautela nel consigliare la colazione per la perdita di peso negli adulti, poiché potrebbe avere l’effetto opposto.” L’esperto Tim Spector, professore di epidemiologia genetica al King’s College di Londra, sottolinea che il saltare o meno la colazione possa avere effetti diversi su persone diverse, poiché ognuno di noi possiede un metabolismo proprio. Dice No alla taglia unica per tutti criticando le linee guida solitamente suggerite per dimagrire, troppo generiche, talvolta controproducenti. “Mentre aspettiamo che le linee guida cambino, non c’è nulla di male nel provare i propri esperimenti personali e saltare la colazione, conclude il Prof. Spector.

Related Post

Anna Elisa Catanese

Dott.ssa in "Scienze e tecniche erboristiche", ma anche cantante di musica leggera e creatrice di bijoux. Scrivo di salute e benessere a 360°, sul mio blog Benessere e salute: notizie e curiosità e per il sito di Blasting news, per il quale gestisco il canale tematico Corretta alimentazione https://it.blastingnews.com/news/tag/corretta-alimentazione/