Le dieci razze di gatto più popolari del 2019

I grandi occhi azzurri e il soffice mantello del “ragdoll” hanno reso quella razza il gatto più popolare del mondo nel 2019, secondo la Cat Fanciers ‘Association, Inc. L’organizzazione tiene traccia di queste cose e registra 45 razze di gatti.

Le registrazioni provengono da tutto il mondo, ed è così che il ragdoll è diventato il numero 1. Anche se la maggior parte delle persone in questo paese non ne ha mai visto uno, i ragdoll sono immensamente popolari in Cina, dove le registrazioni sono aumentate del 25 percento rispetto all’anno precedente.

ragdoll

Una delle razze di gatto più riconoscibili è il persiano, che ha lussuosi cappotti lunghi e occhi espressivi incastonati su facce piatte. Questi gatti sono il numero 4 nel mondo, ma il numero 1 negli Stati Uniti, come riferisce CFA.

A completare il resto della top 10 della lista mondiale, pubblicata dal CFA questo mese, è: No. 2: Exotic shorthair. N. 3: British shorthair. N. 5: Maine Coon. N. 6: Devon rex. N. 7: American shorthair. N. 8: Abissino. N. 9: sphynx e n. 10: Scottish fold.

CFA, il più grande registro di gatti di razza, ha sede ad Alliance, Ohio, vicino a Cleveland. A suo merito, l’organizzazione non si occupa esclusivamente di razze pure.

Non c’è bisogno di restarci male se il gatto che abbiamo in grembo non rientra nella top 10 di quest’anno“, afferma il comunicato stampa CFA. “Il novantacinque percento della popolazione mondiale di gatti è costituito da gatti non di razza, randagi o domestici. CFA, che preserva, celebra e protegge i gatti dal 1906, abbraccia tutti i gatti “.

Ogni gatto ha un posto nella fantasia“, afferma Mark Hannon, presidente della CFA. “Diamo il benvenuto a tutti i felini di famiglia che si uniscono al Companion Cat World, che sta rapidamente diventando una delle classi di gatti più popolari“.

All’annuale mostra Steel City Kitties, la categoria “animali domestici” è popolare tra gli spettatori e i proprietari sono sempre elettrizzati dai nastri che i loro gatti vincono.

A quanto pare, il CFA disapprova i gatti privi di artigli, perché le regole non consentono ai gatti illegalmente mutilati di competere. Le regole consentono, però, ai maschi sterilizzati e alle femmine sterilizzate di competere per nastri e titoli di campionato.

Le diverse razze hanno personalità distinte che le distinguono. Prima di adottare un gatto bisognerebbe sempre fare indagini su carattere e personalità del gatto che si vuole prendere.

I ragdoll sono affettuosi, rilassati e una delle razze più grandi. Sono anche una delle razze più recenti, essendo stata selezionata solo negli anni ’60.

Gli exotic shorthair furono selezionati negli anni ’60 per assomigliare al gatto persiano, ma con un pelo più corto e denso che la CFA dice “conferisce loro un aspetto tenero da orsacchiotto“.

Exotic Shorthair

Il britannico a pelo corto, al contrario, è una delle razze più antiche. La loro origine può essere fatta risalire ai gatti domestici di Roma. Sono facilmente addestrabili e “molto adattabili”. Sono molto affettuosi ma “di solito non amano essere trasportati”.

I gatti persiani sono stati spesso raffigurati in opere d’arte risalenti già al 1684 a.C.. Sono gatti “giocosi ma mai esigenti” e “amano posare”.

I Maine Coon sono i “gentili giganti della CFA“, con maschi che pesano almeno 25 chili. I loro cappotti e le code sono lunghi e le loro personalità amichevoli e affettuose li rendono popolari tra gli spettatori di cat show. Uno dei loro molti tratti accattivanti è la loro capacità di andare d’accordo con i cani.

maine coon

Il Devon Rex è un gatto come nessun altro. Il profilo CFA descrive la sua personalità come “simile a un cane“. I loro corpi sono piccoli – da 6 a 9 chili – ma le loro orecchie e gli occhi sono grandi, il che li rende simili al personaggio principale di “ET l’extraterrestre”. I loro cappotti possono essere ricci o scamosciati.

Devon Rex

Il gatto americano a pelo corto assomiglia molto a molti gatti da compagnia. I registri indicano che questi gatti hanno viaggiato dall’Europa al Nord America a bordo del Mayflower.

L’elegante abissino appare già nell’antica arte egizia. La sfinge a pelo raso. Ha orecchie distintive che si piegano in avanti e in basso.

Massimo Giuseppe Zito

Articolista, scrittore ma anche editore di Reccom Magazine e Dokeo. Mi dedico all'informazione scientifica e sono un appassionato cinofilo