Incendi australiani: danni a tre miliardi di animali

I vasti e persistenti incendi che hanno devastato l'Australia durante la scorsa estate, tra dicembre e gennaio, hanno provocato danni ingentissimi per moltissimi animali, portando alcune specie locali sull'orlo dell'estinzione

0
14
Incendi australiani

Quasi tre miliardi di animali sono stati uccisi o sfollati durante i devastanti incendi australiani dell’anno scorso, dicono gli scienziati.

I risultati indicano che si è trattato di uno dei “peggiori disastri naturali della storia moderna“, ha detto il World Wide Fund for Nature (WWF), che ha commissionato il rapporto.

Mega incendi hanno travolto ogni stato australiano l’estate scorsa, bruciando il cespuglio e uccidendo almeno 33 persone.

Mammiferi, rettili, uccelli e rane sono morti tra le fiamme o per la perdita dell’habitat.

I koala si estingueranno nel Nuovo Galles del Sud entro il 2050.

Gli incendi in Australia sono stati molto peggiori di qualsiasi previsione

Durante il picco della crisi di gennaio, gli scienziati avevano stimato che 1,25 miliardi di animali erano stati uccisi solo nel Nuovo Galles del Sud e nel Victoria.

Ma la nuova stima prende in considerazione un’area più ampia. Circa 11,46 milioni di ettari – un’area paragonabile all’Inghilterra – sono stati bruciati da settembre a febbraio.

Incendi australiani: Qual è stato l’impatto?

Se si pensa a quasi tre miliardi di animali nativi che si trovano sulla traiettoria degli incendi, è assolutamente enorme – è un numero difficile da comprendere“. Ha detto il professor Chris Dickman, che ha supervisionato il progetto da 10 scienziati delle università australiane.

Ha detto che non potevano ancora dichiarare un numero esatto di morti, ma ha notato che le probabilità che gli animali sfuggissero alle fiamme e sopravvivessero erano “probabilmente non così grandi” a causa della mancanza di cibo e di un riparo.

I numeri si basavano sui conteggi della popolazione e sulle stime della densità animale prima del disastro.

Le limitazioni sui dati hanno fatto sì che alcuni gruppi – come gli invertebrati, i pesci e le tartarughe – non fossero inclusi nelle stime.

A febbraio, il governo australiano ha identificato 113 specie animali che avevano bisogno di “aiuto urgente” dopo gli incendi.

Quasi tutte le specie presenti nell’elenco avevano perso almeno il 30% del loro habitat nelle foreste temperate e nelle praterie del sud e dell’est dell’Australia.

I koala e i wallaby – così come le specie di uccelli, pesci e rane – erano tra quelle che avevano più bisogno di aiuto, hanno detto gli esperti.

Una guida visiva sulla scala degli incendi australiani

Come facciamo a sapere quanti animali sono morti negli incendi? Il Coronavirus morde nel recupero del bushfire

Il governo ha promesso 50 milioni di dollari (27 milioni di sterline; 35 milioni di dollari) per il recupero della fauna selvatica e dell’habitat, ma gli ambientalisti hanno chiesto all’Australia di rafforzare le sue leggi di conservazione.

L’Australia sta svolgendo un’inchiesta della commissione reale sugli incendi, che dovrà riferire i risultati in ottobre.

Ha sentito prove schiaccianti da scienziati che hanno affermato che la frequenza e la gravità senza precedenti delle fiamme sono il risultato del cambiamento climatico.Gli esperti hanno anche detto che il fumo degli incendi è stato collegato a più di 445 morti.

Fonte: https://www.bbc.com/news/world-australia-53549936