In Defense of Animals: proteggere la fauna selvatica simbolo dell’Alaska

In Defense of Animals invita a ripristinare le norme dell'era Obama per salvare i cuccioli di orso dell'Alaska e altre specie dai cacciatori di trofei senza cuore.

0
25
In Defense of Animals

In Defense of Animals invita a ripristinare le norme dell’era Obama per salvare i cuccioli di orso dell’Alaska e altre specie dai cacciatori di trofei senza cuore.

Insieme a migliaia di suoi sostenitori chiedono al candidato alla presidenza Joe Biden di ripristinare le norme stabilite nella presidenza Obama, volte a proteggere la fauna selvatica iconica dell’Alaska da alcune delle pratiche di caccia più egregie e immorali.

E’ disgustoso che l’amministrazione Trump abbia riportato in vita le pratiche di caccia più estreme e indifendibili che prendono di mira gli animali selvatici iconici mentre sono più vulnerabili“; ha detto Julie Massa, sostenitrice di In Defense of Animals per gli animali selvatici, in una dichiarazione. “Cacciare gli orsi con i cani; o uccidere i cuccioli di lupo e le madri nelle loro tane non dovrebbe avere posto sulle terre pubbliche dell’Alaska“.

Con una mossa controversa, l’amministrazione Trump ha recentemente ribaltato i divieti di caccia precedentemente emanati in Alaska e messi in atto dall’amministrazione Obama nel 2015.

Come precedentemente riportato dalla WAN, ora la caccia in Alaska sarà di nuovo gestita dallo Stato piuttosto che dal governo federale.

La nuova e disastrosa regola consente le seguenti pratiche su oltre 20 milioni di acri di terreni pubblici in Alaska, inclusi parchi nazionali e riserve.

Tra questi:

  • Adescamento di orsi bruni e neri con cibo umano;
  • Cacciare le madri orsi e i cuccioli in letargo nelle loro tane con la luce artificiale;
  • Uccidere lupi e coyote nelle loro tane durante la stagione della dannazione quando le madri svezzano i loro piccoli;
  • Usare i cani per cacciare gli orsi;
  • Caccia e tiro al caribù a nuoto dalle barche;

In Defense of Animals: chiede a Joe Biden il ripristino delle leggi

Queste pratiche sono state vietate nel 2015 per chiarire sia che non sono in linea con i mandati del Congresso, sia che il National Park Service che lo U.S. Fish and Wildlife Service le deve rispettare per proteggere la fauna selvatica. Il divieto è stato anche ampiamente sostenuto dal pubblico e da decine di organizzazioni statali e nazionali di difesa e conservazione degli animali che vogliono che la fauna selvatica dell’Alaska sia protetta da pratiche di caccia non etiche e scientificamente ingiustificabili.

Mentre la regola entra in vigore, In Defense of Animals e migliaia di suoi sostenitori stanno esortando Joe Biden, candidato alla presidenza degli USA per il 2020, a impegnarsi a ribaltarla ancora una volta per proteggere le famiglie di animali dall’essere uccisi senza pietà.

L’approvazione di questa regola è stata presumibilmente fatta senza il sostegno di agenzie governative e gruppi di conservazione.

La violazione delle regole 2015, non solo segnala un disastro per gli orsi, i lupi e le popolazioni di caribù in Alaska, ma arriva quando lo Stato si affretta a rilanciare l’economia dopo le chiusure della COVID-19 e la perdita di posti di lavoro.

Proteggere la fauna è un beneficio per tutti

Questa sentenza non solo devasterà la fauna selvatica e gli ecosistemi, ma devasterà anche le comunità che cercano di riprendersi sulla scia di COVID-19, il tutto per permettere ai cacciatori di trofei di continuare ad approfittare del sistema pay-to-play a spese di tutti gli altri“, ha continuato Massa. “Imploriamo Joe Biden di impegnarsi a proteggere gli animali selvatici dai cacciatori di trofei durante tutta la sua campagna presidenziale“.

Diversi studi hanno scoperto che le opportunità di osservazione della fauna selvatica sono molto più vantaggiose dal punto di vista economico rispetto alla caccia.

Poco prima che queste regole venissero inizialmente emanate per proteggere la fauna selvatica, il Dipartimento per la pesca e la selvaggina dell’Alaska, ha pubblicato uno studio che ha concluso che l’osservazione della fauna selvatica vale molto di più per lo stato, creando quasi il doppio dei posti di lavoro e generando quasi il doppio delle entrate.

Fonte: https://worldanimalnews.com/in-defense-of-animals-calls-to-restore-obama-era-regulations-to-save-alaskas-bear-cubs-other-wildlife-species-from-heartless-trophy-hunters/