I cani diventano ribelli quando raggiungono l’adolescenza

Quando la mia cucciola di dobermann ha raggiunto l’adolescenza, improvvisamente ha smesso di obbedire ai miei comandi. In precedenza, quando la chiamavo Anja volava attraverso il giardino per venire tra le mie braccia. A 8 mesi, però, invece di obbedire, a cominciato a guardarmi con fare provocatorio, sfidandomi a prenderla per poi scappare nella direzione opposta.

Il mio veterinario mi ha consigliato di non preoccuparmi, “è un’adolescente“, ha detto. “Le passerà.”

in effetti, un nuovo studio lo conferma: i cani sperimentano un periodo di ipersensibilità all’inizio della pubertà che li trasforma in ribelli, proprio come succede gli adolescenti umani.

È risaputo che i cani adolescenti sono meno obbedienti dei cani più giovani o più grandi“, afferma Barbara Smuts, ecologa comportamentale presso l‘Università del Michigan, Ann Arbor, che non era coinvolta nella ricerca. Questo studio “molto gradito”, afferma, è il primo a confermarlo.

I cuccioli si legano agli umani proprio come fanno i bambini. “Ma i proprietari si sentono spesso come se se avessero fallito nell’educarli quando i loro cuccioli raggiungono l’adolescenza“, circa 8 mesi per la maggior parte dei cani, afferma Lucy Asher, etologa comportamentale all’Università di Newcastle e autrice principale del nuovo studio pubblicato su Biology Letters. Come gli adolescenti – i cui corpi sono inondati di ormoni e il cui cervello si ricalibra durante la pubertà – i cani adolescenti possono ignorare e disobbedire ai loro proprietari.

E i proprietari rispondono in molti modi, afferma Asher. Alcuni puniscono i loro cuccioli, altri li ignorano e alcuni addirittura li mandano via. In effetti, i cani adolescenti sono quelli che più spesso finiscono nei canili.

Per vedere esattamente come la pubertà cambia il comportamento del cane, Asher e il suo team hanno monitorato 70 tra pastori tedeschi, golden retriever e Labrador retriever allevati come potenziali cani guida. Hanno chiesto agli operatori sanitari di valutare i cuccioli in base al loro attaccamento e ai comportamenti di ricerca dell’attenzione — come sedersi molto vicino al loro proprietario o mostrare un legame particolarmente forte per una persona — così come su comportamenti legati alla separazione come brividi o tremori quando lasciati soli.

Entrambi i tipi di comportamenti indicano ansia e paura generali.

I cani con punteggi alti su entrambe le scale sono entrati nella pubertà più precocemente, a circa 5 mesi, rispetto agli 8 mesi per quelli con punteggi più bassi.

Numerosi fattori fanno sì che anche gli adolescenti con scarse relazioni genitoriali entrino nella pubertà precocemente. Quindi, come negli umani, i cani che hanno relazioni strette con i loro compagni umani vivono cambiamenti nel loro sviluppo riproduttivo.

Questa è una scoperta “sorprendente“, dice Smuts.

Inoltre, i cani adolescenti che sono stati stressati dalla separazione dal loro compagno umano si sono dimostrati sempre più disobbedienti a quella persona, ma non ad altri, ancora una volta, rispecchiando l’insicurezza degli adolescenti umani.

Per testare l’obbedienza, gli scienziati hanno valutato un gruppo separato di 69 cani guida, prima a 5 mesi e successivamente a 8 mesi. Hanno chiesto al caregiver del cane e ad uno sconosciuto di dare il comando di “sedersi”. Tutti i cuccioli preadolescenti hanno obbedito rapidamente ad entrambe le persone, ma quando gli stessi cuccioli sono entrati nell’adolescenza, molti di loro hanno più volte rifiutato di seguire l’ordine dal loro caregiver, obbedendo tuttavia, prontamente – e fastidiosamente – allo sconosciuto. I cani insicuri nei confronti dei loro compagni umani si sono dimostrati più portati a seguire i dettami dello sconosciuto – ancora una volta, proprio come gli adolescenti umani.

La fase adolescenziale del cane sembra essere transitoria. Utilizzando i dati raccolti da uno studio condotto su 285 cani guida, i ricercatori hanno scoperto che i cani preadolescenti e postadolescenti sembrano essere più “addestrabili” rispetto a quelli adolescenti.

A causa della somiglianza tra cuccioli adolescenti e umani, i cani potrebbero servire come specie modello per studiare la pubertà nell’uomo, dicono gli scienziati.

E su una nota più pratica, la natura temporanea della disobbedienza del cane dovrebbe farci preoccupare meno quando i nostri cuccioli improvvisamente reclamano la loro indipendenza.

Anja ora adora rispondere al mio richiamo e stare seduta vicino a me.

Fonte: Science

Massimo Giuseppe Zito

Articolista, scrittore ma anche editore di Reccom Magazine e Dokeo. Mi dedico all'informazione scientifica e sono un appassionato cinofilo