Alimentazione, Salute

Cinque errori alimentari da evitare quando vuoi perdere peso

Molte persone faticano a perdere peso, questo anche mentre stanno portando avanti una dieta severa associata a regolari esercizi fisici.

Una possibile ragione è che quelle che sembrano opzioni sane non sono quello che sembrano. Molti cibi e bevande contengono grassi nascosti, zuccheri o sale, ognuno dei quali vanificherà gli sforzi fatti per perdere peso.

Perdere peso significa in gran parte capovolgere l’equilibrio calorico alimentare. Se stai cercando di perdere peso o semplicemente cercando uno stile di vita più sano, ecco cinque trappole comuni che potrebbero ostacolarti.

1. Mito: tutte le insalate fanno bene

Le verdure fanno bene, assolutamente. Ma le insalate spesso includono altri ingredienti, che aumenteranno il numero di calorie.

Un’insalata può sembrare verde e pura ma se cominciate a condirla potrebbe contenere molte calorie. Se poi l’accompagnate con il pane una semplice insalata può arrivare a fornire quasi il 70% del fabbisogno calorico giornaliero di una persona adulta.

Quindi diffidare di condimenti, salse, sughi e cibi ad alto contenuto di grassi che potrebbero aggiungere calorie all’insalata.

2. Mito: io non mangio cibo spazzatura, solo spuntini ‘sani’

Molte persone accumulano una quantità notevole di calorie attraverso alimenti discrezionali o “spazzatura”, come biscotti, patatine e cioccolato. Nessuno di questi ci fornisce nutrienti vitali. Il primo passo per perdere peso sta proprio nell’eliminare questi cibi.

Molta gente è convinta che siano spuntini sani alimenti come barrette e palle proteiche. Spesso si afferma che questi sono alimenti sani, invece vengono spesso elaborati per renderli più sapidi ed attraenti e così si caricano di calorie. Ad esempio, le barrette di muesli contengono ingredienti sani come avena, noci e semi, ma per unire questi ingredienti si deve utilizzare zucchero. Un vasetto di yogurt “magro” alla frutta può contenere dai 4 ai 6 cucchiaini di zucchero.

3. Mito: gli edulcoranti naturali sono meglio dello zucchero

C’è stato recentemente uno spostamento verso forme più naturali di zucchero aggiunto, ma non contengono nutrienti aggiuntivi e hanno altrettante calorie. L’aggiunta di sciroppo di miele o di agave ad un alimento non differisce dal punto di vista nutrizionale aggiungendo sempre glucosio. Può avere un sapore diverso, ma è sempre zucchero.  Quando si ha voglia di qualcosa di dolce, è meglio mangiare frutta: ha naturale dolcezza e, perlomeno, fornisce vitamine e minerali.

Se trovi che la tua rovina è l’aggiunta di zucchero al caffè, prova a usare latte di soia anziché latte vaccino. Ha un gusto più dolce. Puoi anche provare a ridurre la quantità di zucchero che aggiungi di mezzo cucchiaino ogni settimana: dopo un po’ non noterai la differenza.

Mito: qualsiasi cosa a base di frutta è salutare

In realtà, le bevande alla frutta contengono generalmente solo il 25% di succo di frutta e sono molto arricchite di zucchero. Ma anche bevendo il 100% di succo di frutta, si perde la fibra che è importante per favorire la digestione. Quindi il frutto intero è sempre la scelta migliore.

I frullati di frutta, anche se leggermente migliori dei succhi di frutta, sono una mezza fregatura durante una dieta: spesso si fanno aggiungendo latte o sciroppi, aumentandone il contenuto calorico.

5. Mito: le bevande non hanno molte calorie

Se stai cercando di perdere peso, saprai che le bevande analcoliche zuccherate non vanno bene. Ma alcuni degli errori più facili da fare sono proprio quelli sulle bevande.

Molte persone non sono consapevoli del numero di calorie presenti nelle bevande alcoliche. Due bicchieri di vino rosso contengono circa 480 calorie, quindi, dopo due bicchieri di vino, hai anche incamerato tante calorie come se avessi mangiato due pacchetti di patatine fritte.

Lo stesso vale per la birra, in cui un solo bicchiere medio equivale a circa 615 calorie.

Un’ultima parola

Probabilmente l’errore alimentare più comune quando si cerca di perdere peso è mangiare troppo. Dobbiamo scegliere i cibi giusti ma anche la quantità è importante. Dobbiamo imparare ad ascoltare il nostro corpo e smettere di mangiare quando ci sentiamo sazi. Il modo migliore per farlo è mangiare lentamente, masticando accuratamente. Mangiando lentamente è più probabile che riusciremo ad avvertire il senso di sazietà prima che sia la cintura ad informarci.La conversazione

Related Post

Massimo Giuseppe Zito

Articolista, scrittore ma anche editore di Reccom Magazine e Dokeo. Mi dedico all'informazione scientifica e sono un appassionato cinofilo