Amish, una comunità fuori dal tempo ferma al ‘700

Hits: 208

Gli Amish. Una comunità fuori dal mondo, silenziosa, pacifica. Uno stile di vita semplice, riservato ed essenziale simile a quello del 1700. Colpisce subito il loro rifiuto ad usare le nuove tecnologie, comodità ed elettricità. Non amano le fotografie e soprattutto essere fotografati perché ritengono sia sinonimo di vanità e che le foto servano solo per la lapide.

Chi sono e dove vivono

Vengono da una comunità di origine protestante nata in Svizzera nel Cinquecento, poi stabilitasi negli USA nel Settecento. La maggior parte si trovano in Ohio (Pennsylvania) e Indiana. La comunità più ampia è Lancaster County, non lontano da Philadelphia. Il loro numero si aggira intorno ai 318.000 membri ma per la loro proliferazione sono in costante aumento. In media, una volta sposati, mettono al mondo 7 figli.

Le loro radici risalgono alla Riforma Protestante di Lutero e sono nati da una costola mennonita nel 1693: il fondatore è il vescovo svizzero Jackob Ammann che si stacca dal movimento anabattista alsaziano mennonita, considerato troppo poco rigido. Ci sono anche gruppi di amish discendenti dai mennoniti originari e sono detti Beachy Amish, meno rigidi e impegnati in missioni religiose.

La lingua parlata tradizionalmente è un dialetto tedesco detto tedesco della Pennsylvania, anche se in una minoranza convivono due diversi dialetti alemanni.

Le regole della comunità e la vita

L’insieme delle regole è chiamato Ordnung. Vivono degli antichi mestieri come allevamento, agricoltura e artigianato. Non percepiscono uno stipendio ma si lavora esclusivamente per il bene e il sostentamento comune. Vivono per lo più in colonie agricole che comprendono fattorie. Non ci sono chiese, ma i sermoni vengono eseguiti a turno nelle case dai ministri della comunità.

ll loro abbigliamento è lontano da ogni moda e rappresenta l’appartenenza alla comunità. Le donne indossano abiti modesti senza decori: abiti a maniche lunghe con gonne fino al polpaccio. Non tagliano mai i capelli ma sono raccolti in trecce o cipolle coperti da cuffiette: nere per le nubili, bianche per le sposate. Nessun gioiello, né oggetti che esprimano vanità. Gli uomini solitamente hanno vesti scure, senza cerniere e con pochi bottoni: pantaloni senza tasche e senza cintura. Gilet, bretelle e cappello sono d’uso comune. Sempre sbarbati, finché non si sposano: dopodiché la barba viene fatta crescere. Non sono consentiti i baffi.

Non è necessario tagliarsi i capelli, ma, in caso di bisogno, esiste un barbiere nella comunità. Si muovono utilizzando carri trainati da cavalli e preferiscono utilizzare energie rinnovabili come pale eoliche e pannelli solari.

Il rifiuto della modernità, della tecnologia, dell’elettricità e del gas tuttavia prevede delle eccezioni in caso di urgenza o bisogno, come per il riscaldamento delle case. Non guidano l’auto ma possono accettare un passaggio in caso di necessità ed utilizzare una cabina telefonica.

Rumspringa è il periodo in cui i giovani amish, raggiunta l’adolescenza, possono allontanarsi dalle loro comunità e sperimentare la vita moderna e i piaceri. Un periodo sabbatico alla fine del quale devono decidere se tornare alle regole della comunità e ricevere il battesimo e rinunciare a tutto il resto, o abbandonare la vita amish. In questo caso li aspetta l’esilio e dal quel momento non potrà avere contatti con gli altri membri della comunità.

Cose che non sono consentite nella comunità Amish

Ecco alcune cose che gli Amish non possono fare

  • usare le moderne tecnologie e avere contatti con l’esterno
  • niente tv, internet, social network
  • guidare macchine o veicoli a motore. Si muovono utilizzando cari trasportati da cavalli
  • guadagnare denaro
  • depilarsi, truccarsi e portare accessori
  • farsi crescere i baffi
  • non è previsto il battesimo da bambini, ma solo da adulti.

Gli Amish in Italia

Sapevate che in Italia esiste una comunità Amish?

Nomadelfia si trova in provincia di Grosseto e gruppi di famiglie che hanno scelto di vivere secondo i principi del Vangelo su modello delle prime comunità cristiane. Fondata nel 1931 da Don Zeno Saltini, la comunità vive di preghiera, lavoro comunitario, senza denaro né proprietà privata.

Breaking Amish è il reality show americano che dal 2012 segue la scelta di un gruppo di ragazzi Amish che hanno deciso di rompere i legami con la comunità e le sue regole e andare ad esplorare il mondo là fuori. Al termine dell’esperienza dovranno decidere se ritornare alle origini oppure iniziare una nuova vita. Durante questo periodo di libertà sperimentano cose mai viste: sesso, alcol, cibi sconosciuti e droghe.

Tuttavia sono emerse delle controversie riguardo l’autenticità dello show.

Fonti:

  • www.wikipedia.it
  • www.scusateiovado.com
  • www.robadadonne.it
  • www.focus.it