Alla scoperta dell’anguilla lupo o lupo di mare

0
51

L’anguilla lupo o lupo di mare (Anarrhichthys ocellatus), è un pesce osseo appartenente alla famiglia degli Anarhichadidae, che presenta un aspetto gigantesco alquanto inquietante. Infatti, possiede solo l’aspetto dell’anguilla, perché in realtà non lo è, visto che possiede delle fessure di branchie e pinne pettorali.

Questa specie vive nell’oceano Atlantico settentrionale orientale dal golfo di Guascogna all’Islanda alle coste della Groenlandia e della Lapponia, e nella parte occidentale dell’oceano, sulle coste canadesi e degli Usa a sud fino al New Jersey.

Dell’anguilla lupo sono stati trovati anche esemplari nel mar Mediterraneo, dove risulta una cattura di un esemplare avvenuta in Liguria nel 1958.

Questa specie vive sui fondali rocciosi a delle profondità di 600 metri e non oltre i 100 metri dalla superficie. L’anguilla lupo è caratterizzata da un corpo allungato e compresso lateralmente, possiede una testa grande e rotondeggiante, una bocca ampia con delle forti mascelle dotate di 10-12 denti robusti e ben visibili, che cambiano ogni anno.

La parte superiore della testa, i fianchi, il dorso e le pinne sono di color grigio-azzurri, nerastri o rossicci con alcune fasce verticali non ben distinte di colore scuro, la parte inferiore è biancastra con punti scuri. Gli esemplari di questa specie possono arrivare ad una lunghezza di 150 cm con un peso di 20 kg.

L’anguilla lupo, oltre all’aspetto, ha di particolare che è in grado di produrre un antigelo naturale, riuscendo con questa sua peculiarità a mantenere il sangue fluido anche in ambienti marini freddissimi. Inoltre, la grande voracità di questo pesce lo rende adatto al controllo demografico delle popolazioni di ricci di mare e granchi, le sue fonti principali di alimentazione, che se risultassero in gran numero potrebbe diventare nocivi per gli habitat naturali in cui vivono.

L’anguilla lupo si nutre anche di crostacei, mitili e vongole che frantuma con le sue forti mascelle in grado di macinare anche un osso umano. Inoltre, presenta una gola provvista di denti seghettati che lo aiutano a ingerire meglio i ricci.

Il suo habitat naturale sono le fessure naturali delle rocce sul fondo del mare, dove diviene particolarmente territoriale. Tuttavia, quando arriva il compagno giusto, riesce facilmente a condividere il suo lo spazio e suo il cibo. Si ritene che le anguille lupo  scelgano una compagna con cui condividere la stessa tana per tutta la vita per un massimo di sette anni.

Questa specie può sembrare spaventosa ma ha una buona reputazione tra i subacquei, che lo descrivono come un animale curioso gentile e socievole, che in alcuni casi arriva anche ad accettare il cibo da loro, e da cui a volte si lascia persino coccolare. Nonostante ciò, è consigliabile non avvicinarsi troppo, perché un suo morso potrebbe diventare fastidioso, ciò nonostante non rappresenta affatto un pericolo per l’uomo.